Cerca nel sito

Raccolta strumenti meteosismici

Al piano terreno del MuSa, museo di Salò, due sale accolgono la strumentazione  antica dell'Osservatorio meteo-sismico Pio Bettoni di Salò, istituito  nel 1877 nella torre di Santa Giustina e tuttora operativo grazie alla  collaborazione con l'ente CRA-CMA per la meteorologia e con l'INGV per  le rilevazioni sismiche.
L'osservatorio meteorologico, dal 1889  estese le sue osservazioni alla sismologia: grazie alla lucidità e  lungimiranza del suo primo direttore Pio Bettoni e alla lunga,  ininterrotta serie di osservazioni, ha rilevanza europea.
 Attraverso la strumentazione conservata e in parte restaurata in  occasione dell'allestimento museale, è possibile ripercorrere  l'evoluzione dell'osservazione e della registrazione dei dati e dei  fenomeni meteorologici e sismici dagli strumenti ottocenteschi fino agli  attuali sensori elettronici.
Di particolare interesse sono inoltre  l'arredo e la strumentazione degli anni Quaranta con i due sismografi  Wiechert, tuttora nella collocazione originaria, e con l'impianto per la  preparazione, affumicatura e asciugatura dei sismogrammi.