Cerca nel sito

Certificato contestuale per il matrimonio

Certificato contestuale per il matrimonio

E' il certificato che contiene le seguenti informazioni anagrafiche: residenza, cittadinanza, stato libero.

Può essere richiesto anche per altre persone purché in possesso dei dati anagrafici (nome cognome, data di nascita) dell’intestatario del certificato.

E’ possibile:

  • utilizzare l’autocertificazione
  • presentarsi allo sportello dell'Ufficio Anagrafe muniti di documento d’identità valido.

N.B. solitamente questo certificato è richiesto direttamente dall’Ufficio dello Stato Civile che provvede alle pubblicazioni matrimoniali.

Presso l’Ufficio Anagrafe, per i certificati in carta libera, bisogna pagare allo sportello i diritti di segreteria.
Per i certificati in bollo, bisogna pagare i costi della marca da bollo e i diritti di segreteria presso lo sportello.
L’autocertificazione è gratuita.

Note

In base al D.P.R. n. 445 del 28.12.2000 dal 7 marzo 2001 le Amministrazioni Pubbliche ed i Gestori di Pubblici Servizi non potranno più chiedere ai cittadini i certificati per i quali è possibile fare l'autocertificazione. L'autocertificazione non è nient'altro che una dichiarazione firmata dall'interessato che sostituisce in toto i certificati, senza che vi sia necessità di presentare successivamente il certificato vero e proprio.