Cerca nel sito

Assegno di maternità

(L. N. 448 DEL 23 DICEMBRE 1998)

A CHI SPETTA

Dal 1 Luglio 1999 viene erogato l’assegno di maternità a favore delle madri cittadine italiane e comunitarie che non beneficiano dell’indennità di maternità (casalinghe, disoccupate, artigiane). Dal 1 Luglio 2000 le domande per l’assegno di maternità potranno essere presentate anche dalle cittadine comunitarie ed extracomunitarie, purché in possesso della carta di soggiorno.

REQUISITO

L'assegno di maternità spetta a condizione che i redditi e i patrimoni posseduti dal nucleo familiare della madre al momento della data della domanda di assegno non superino il valore dell'Indicatore Situazione Economica (ISE) applicabile alla data di nascita del figli (ovvero di ingresso del minore nella famiglia adottiva o affidataria) e stabilito per l'anno di riferimento.

MODALITA’ DI PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA:
c/o Ufficio Servizi Sociale entro e non oltre 6 mesi dalla data del parto o dall'ingresso del minore adottato/affidato.

DOCUMENTAZIONE DA PRESENTARE:

- Domanda;

-Documento di identità ed eventuale carta di soggiorno o permesso di lungo periodo;

- Attestazione I.S.E.E.

PAGAMENTO

L’assegno viene erogato in un'unica soluzione dall’Istituto Nazionale della Previdenza Sociale (INPS).